Chi siamo

UN’ASSOCIAZIONE STORICA,
OGGI CON UN CAMBIO DI PASSO

Assoverde – Associazione italiana costruttori del verde opera in Italia dal 1982, senza fini di lucro, per promuovere la salvaguardia dell’ambiente, del paesaggio e del suolo e – con rinnovato impulso – in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, dissesto idrogeologico, inquinamento ambientale, risparmio energetico, qualità e salubrità delle aree urbane.
Dal 2019, ha trasferito la sede centrale a Roma (con sede legale nel bellissimo edificio cinquecentesco di Confagricoltura e sede operativa presso Finco – Federazione Industrie Costruzioni Opere Specialistiche – a cui Assoverde aderisce), con un radicamento capillare a livello regionale e provinciale.

Firmataria del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro, come unica Associazione di rilevanza nazionale in rappresentanza del settore, Assoverde siede ai Tavoli istituzionali, per affermare la centralità e le potenzialità del settore oltre le istanze specifiche degli operatori.
È collegata, attraverso convenzioni ed accordi mirati, a Istituzioni, Organismi di rappresentanza, Università ed Enti di ricerca, Ordini professionali ed ulteriori soggetti, pubblici e privati, che contribuiscono a valorizzare la Rete Assoverde.

Aperta recentemente anche a strutture professionali e liberi professionisti, l’Associazione accoglie piccole, medie e grandi imprese che – ai diversi livelli della filiera – intervengono nei diversi comparti della progettazione, costruzione, cura e manutenzione del verde, tanto nel settore privato che negli appalti pubblici.

Il progetto di innovazione – “Assoverde un cambio di passo“, avviato a novembre 2019 – parte dalla centralità e potenzialità che il settore oggi riveste in molteplici campi di intervento.
Il verde diventa “risorsa strategica” – per pianificare, riqualificare, arredare, salvaguardare, proteggere, costruire, arredare – rispetto alle molteplici funzioni ecologiche, ambientali, igienico-sanitarie, sociali e ricreative, culturali e didattiche, estetiche ed architettoniche che il verde svolge e, soprattutto, in risposta ai grandi temi  del cambiamento climatico, dei fenomeni alluvionali, del dissesto idrogeologico, dell’inquinamento acustico ed ambientale, del risparmio energetico, della qualità e salubrità delle aree urbane.

LA RETE ASSOVERDE

Alla base del progetto è il rafforzamento e la valorizzazione della Rete, attraverso il raccordo tra il mondo delle Imprese e del Lavoro, le Istituzioni, i settori della Ricerca e della Innovazione.
Rafforzando la Rete Assoverde – a livello nazionale e, a cascata a dimensione locale – l’Associazione: rappresenta il settore sui tavoli istituzionali e le istanze specifiche provenienti dagli operatori; integra e mette a sistema le diverse aree di competenza; supporta le amministrazioni pubbliche; veicola occasioni ed opportunità di sviluppo per gli Associati; sviluppa progettualità ed azioni coordinate; promuove sperimentazioni, ambiti di ricerca e innovazione; rafforza e valorizza le specificità del settore, sia nei lavori privati che negli appalti pubblici; rappresenta le competenze specialistiche degli Associati; diffonde le “buone pratiche” e favorisce lo scambio di esperienze; supporta i processi di internazionalizzazione e apertura ai mercati.

Attraverso la RETE, l’Associazione rappresenta il settore, nei lavori privati e negli appalti pubblici, nelle Sedi di più ampia rilevanza, sia a livello nazionale che internazionale.

Attraverso la RETE, ciascun Associato rafforza la propria identità; sviluppa sinergie, alleanze, collaborazioni; innalza i rispettivi livelli di professionalità, visibilità e competitività.

La progressiva implementazione della piattaforma digitale assume sostanziale rilevanza nel processo di innovazione e sviluppo di Assoverde: sia come rappresentazione della Rete (Imprese, Professionisti, Istituzioni, Università, Organizzazioni di rappresentanza, Ordini professionali, Partner, ecc.) che come vero e proprio strumento di riferimento nel lavoro quotidiano, di supporto alle specifiche attività delle Imprese e dei Professionisti del settore.

Rientra nel progetto di innovazione, anche, la definizione di una nuova identità visiva di Assoverde .
Il pittogramma è stato attualizzato: le linee oblique sono state ridotte ed ingentilite, per assumere le forme di una foglia. Le linee rette sono rimaste, a significare l’intervento antropico rispettoso e in armonia con la natura

Il risultato finale è un pittogramma a “V” – sormontato da una sfera (la terra o l’uomo) – che richiama due mani aperte nell’atto del prendersene cura.
Nel raccordo tra natura e intervento dell’uomo, fra salvaguardia della biodiversità e opere di ingegneria naturalistica, il nuovo segno grafico rappresenta la “vision” stessa dell’Associazione, orientata da un lato verso la cura e la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, dall’altro verso l’utilizzo del verde come elemento strutturale nella pianificazione, nella progettazione e nella composizione delle architetture.

“Il cambio di passo che Assoverde mette in atto, rafforzando la propria “rete”, i servizi e le modalità di interazione con gli Associati, deriva dalla consapevolezza della centralità che il settore del verde riveste oggi, e delle enormi potenzialità che esso assume nel panorama nazionale e internazionale, rispetto alle peculiarità delle Imprese e dei Professionisti che operano al suo interno.
Antonio Maisto
Presidente di Assoverde