ASSOVERDE

Associazione Italiana costruttori del Verde

Dal 1982 promuove la salvaguardia dell'ambiente, del paesaggio e del suolo,
in rappresentanza e a supporto di imprese e professionisti, nei vari settori della progettazione, costruzione, cura e manutenzione del verde

Entra a far parte della Rete Assoverde,
contribuisci a rafforzare la tua attività

Assoverde opera in Italia dal 1982 ed oggi,  con nuovo impulso, in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, del dissesto idrogeologico, dell’inquinamento ambientale, del risparmio energetico, della qualità e salubrità delle aree urbane

 

Dal 10 al 24 agosto: Chiusura estiva degli uffici.
Assoverde augura a tutti buone vacanze

StrategieGreen2020 - Si parte da Tiberis per i romani che restano in città

Partono i primi interventi nell’ambito del progetto “StrategieGreen2020”, promosso da Assoverde in partenariato con Aiapp ed Anaci, a cui hanno aderito altre Associazioni, ciascuna con propri contributi e specificità: Aigp, Aises, Anve, Assovernici.  

Il 31 luglio 2020 si inaugura Tiberis,  la spiaggia romana lungo il Tevere, nelle vicinanze del Ponte Marconi, nel Municipio VIII. Il progetto prevede l’allestimento di tavolini, sdraio ed ombrelloni – che, quest’anno, saranno sistemati nel pieno rispetto delle misure restrittive dovute all’emergenza Covid – piastre con spruzzi d’acqua per rinfrescarsi, vele ed alberature ombreggianti.

Insieme ad Agenda Tevere che con Italgas ha già sponsorizzato l’intervento negli anni precedenti ed Aiapp che ne ha curato la progettazione e la direzione dei lavori, Assoverde collabora alla realizzazione di Tiberis fornendo le alberature e la vegetazione ripariale e curandone la relativa messa a dimora.

L’intervento è sponsorizzato da Assoverde attraverso il coinvolgimento attivo e propositivo delle Aziende romane associate che, rafforzando e rendendo concreto lo spirito di collaborazione dell’Associazione, hanno abbracciato il progetto generale ed hanno sostenuto l’intervento per la realizzazione di Tiberis con contributi propri, attività, beni e servizi.

Vai all’Articolo

10/07/2020 _ Assemblea Generale Assoverde: Antonio Maisto riconferma la Presidenza

Venerdi 10 luglio 2020, presso la sede istituzionale di Confagricoltura a Roma in presenza contenuta, ed aperta in videoconferenza a tutti gli Associati, si è tenuta, con ampia partecipazione, l’Assemblea Generale di Assoverde – Associazione Italiana Costruttori del Verde.

A sostanziale unanimità viene riconfermato come Presidente Antonio Maisto, a cui si riconosce l’impegno ed il lavoro svolto nel corso delle precedenti Consigliature e, con nuovo impulso, a partire dalla fine dello scorso anno, nell’importante progetto di rinnovamento dell’Associazione.

Vengono, inoltre, riconfermati i precedenti Consiglieri: Michele Bindi, Angioletto Borri, Carlo Caramori, Antonio Maisto, Rosi Sgaravatti, Giuseppe Traini, con la nuova nomina di Mauro Glionna; su indicazione del nuovo Consiglio, vengono approvati dall’Assemblea il Segretario Generale, Stefania Pisanti – che da dicembre ha supportato Assoverde nel nuovo percorso di rinnovamento dell’Associazione – e il Revisore dei Conti, Luca Ugliano.

Ai vertici, accanto alla carica del Presidente Antonio Maisto, si riconferma quella di Michele Bindi, in qualità di Vice Presidente di Assoverde.  

Vai all’Articolo

 

StrategieGreen2020. Progetto di Adattamento delle Aree Urbane alla fase post-Covid

Il progetto “StrategieGreen2020” – promosso da ASSOVERDE Associazione Italiana Costruttori del Verde, in partenariato con AIAPP Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, ANACI – Associazione Nazionale Amministratori di Condominio – si sviluppa a partire dalla radicale modifica degli stili di vita dei Cittadini e dell’organizzazione delle Città, in risposta alle misure restrittive, ai distanziamenti e alle precauzioni necessarie a fronteggiare la diffusione del Covid-19.

L’adesione al progetto è aperta a tutti i Partner che possano essere interessati, ciascuno per competenze e contributi specialistici, a rafforzare la proposta nel suo complesso e la relativa attuazione. Aderiscono, ad oggi, al progetto: AIGPAssociazione Italiana Giardinieri Professionisti; AISESAssociazione Italiana Segnaletica e Sicurezza; ANVEAssociazione Nazionale Vivaisti Esportatori; ASSOVERNICI – Associazione Italiana Produttori Vernici. 

Gli obiettivi legati all’emergenza Covid-19, si coniugano con quelli più generali di “qualità” e “salubrità” delle aree urbane,  “equità”, “inclusività”, “sostegno alle fragilità” a cui le città tendere, ben oltre il superamento delle attuali condizioni di emergenza.  Importanti implicazioni riguardano:

  • il processo più ampio di riqualificazione delle città e di progressiva implementazione delle aree verdi;
  • lo sviluppo di un’importante sinergia tra “pubblico” e “privato”
  • la creazione di un rilevante indotto di lavoro per le imprese,  come volano per la ripresa dell’economia.

 

Per il Progetto in dettaglio e la modulistica, vai alla pagina interna

Assoverde con Finco agli Stati Generali sul Bonus Verde

Stati Generali, 13 giugno 2020: “L’azione di rilancio dell’Italia parte dalla bellezza”. Questo l’assunto ben rimarcato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione dell’incontro con le massime cariche europee a Roma, a Villa Pamphili. La scelta del luogo non è casuale.

Villa Pamphili, sede di rappresentanza del Governo italiano, è una residenza storica che comprende il terzo più grande parco pubblico di Roma, tra i siti più rilevanti per il bird-watching, per passeggiare e far giocare i bambini, per fare jogging in città, molto frequentata dai romani, soprattutto nei fine settimana.

Il verde, dunque, nelle sue accezioni più ampie, costituisce sinonimo di bellezza, ma non solo… diviene riferimento per il rilancio e per la rinascita del Paese.

In questa direzione, Assoverde reitera le già numerose sollecitazioni al Governo sul rafforzamento del Bonus Verde, come strumento “strategico” per i cittadini che potranno fruire di tutti i benefici derivanti da tali interventi; per le Amministrazioni che potranno favorire i processi di rinaturalizzazione delle città;  per gli operatori del verde che potranno trovare un ulteriore filone di ripresa delle attività, strutturato e regolamentato.

 

Vai all’Articolo

La filiera florovivaistica nazionale riunita ed unita

Il 9 giugno 2020, a Pistoia, si sono riuniti i rappresentanti delle principali Associazioni nazionali della filiera florovivaistica.

L’occasione è stata utile per riflettere sulle gravi conseguenze dell’emergenza sanitaria, su quello che ogni singola associazione ha potuto fare per aiutare il settore e su quanto sia necessario, ora più che mai, fare sistema, per trovare un modo di ripartire insieme.

Unità, promozione e qualificazione. Queste le parole chiave che riassumono le intenzioni di una giornata unica, in cui sono state gettate le basi per elevare il mondo del verde dagli individualismi e guardare insieme ad un progetto di valorizzazione dell’intera filiera. Solamente così sarà possibile avere credibilità istituzionale contribuendo a ottenere risultati dagli organi politici e amministrativi.

Vai all’Articolo

Audizioni su DL Rilancio. Assoverde insiste sul Bonus Verde

Il 28 maggio 2020 si è riunito il Tavolo del settore florovivaistico al Mipaaf, in presenza della Ministra Teresa Bellanova. Presenti tutte le Associazioni e gli Organismi rappresentativi del settore.

L’intervento di Assoverde si è concentrato sulla centralità e sulle potenzialità che il settore del verde può oggi fornire, nella fase di adattamento delle città all’emergenza Covid-19 e verso obiettivi più ambiziosi di qualità dell’aria, contrasto ai cambiamenti climatici, salvaguardia del territorio, qualità e salubrità delle are urbane.

In questa direzione vanno le proposte di emendamento agli Articoli 119 e 121 del DL Rilancio, che Assoverde ha trasmesso ai Ministri competenti e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per il rafforzamento del Bonus Verde, e che ha presentato il 29 maggio 2020, alla audizione consultiva presso la XIII Commissione Agricoltura – Camera dei Deputati, sul Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 34 del 2020 (C. 2500 Governo)

Vai all’Articolo

Scarica le proposte di emendamento presentate da Assoverde

Bonus Verde. Assoverde scrive a Conte

Con lettera dell’8 maggio 2020, indirizzata al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte – e in conoscenza ai Ministri dell’economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, delle politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, e al Sottosegretario di Stato, Riccardo Fraccaro – Assoverde riporta l’attenzione sul “Bonus Verde”e sul carattere “strategico” che tale strumento può determinare nei processi di adattamento delle città, in risposta all’emergenza Covid-19, e, più in generale, verso gli obiettivi della “sostenibilità”, innestando virtuose sinergie tra pubblico e privato.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera di Assoverde

DL 16/05/2020, n. 33: Riapertura di tutte le attività - Protocolli regionali per la sicurezza

Emanato il 16 maggio 2020, il Decreto introduce “ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

A decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale, e tali misure possono essere adottate o reiterate solo con riferimento a specifiche aree del territorio interessate da particolare aggravamento della situazione epidemiologica. 

Le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti dei protocolli o linee guida adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Vai all’Articolo

INIZIATIVE DI FORMAZIONE: Network-Meeting di Alto Profilo

Scegli tra le varie proposte l’approfondimento tecnico che ti può supportare nell’osservare e strutturare il cambiamento su misura per la tua realtà aziendale.

Alto Profilo Network – società leader nel settore delle consulenze aziendali, integra le competenze del marketing e delle vendite, utilizzando strumenti di performance management in grado di restituire risultati precisi e strutturati in tempi rapidi e senza alcuna difficoltà –  propone gratuitamente incontri su temi chiave, condotti da professionisti con pluriennale esperienza nel proprio ambito di competenza.

Vai al Programma per l’iscrizione

Assoverde sul “Bonus Verde”: Lettera a Conte

In previsione delle prossime determinazioni del Governo sulle detrazioni inerenti gli interventi sul risparmio energetico, la lettera di Assoverde al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, inviata oggi, 8 maggio 2020, riporta l’attenzione sul “Bonus Verde” e sul carattere “strategico” che tale strumento può determinare nei processi di adattamento delle città, in risposta all’emergenza Covid-19 e, più in generale, verso gli obiettivi della “sostenibilità”, innestando virtuose sinergie tra pubblico e privato.

La lettera è indirizzata anche, per conoscenza, ai Ministri Roberto Gualtieri e Teresa Bellanova e al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro.

Vai all’Articolo

INIZIATIVE DI FORMAZIONE: Verde in ambito urbano post Covid-19: Come affrontare la ripresa

Cosa cambierà nella gestione del verde, pubblico
e privato, quando questo momento di crisi sarà passato?

Dal 12 maggio all’8 giugno, Il Verde Editoriale, insieme alla rivista ACER, organizza un ciclo online di 9 Tavoli di lavoro con 28 esperti di fama nazionale e internazionale per mettere a fuoco le prospettive e le possibili strategie da adottare, al fine di trasformare l’incertezza di questo momento in una importante opportunità di cambiamento lavorativa ed economica, che metta al centro degli interventi a verde urbano etica, competenza, qualità e professionalità, e l’uomo con le sue ineludibili esigenze.

Programma completo e Iscrizione

Ateco 81.30: dal 4 maggio ripartono anche le realizzazioni

L’ultimo DPCM del 26 aprile riapre tutte le attività di “cura e manutenzione del verde” di cui al codice Ateco 81.30, non solo quindi interventi di manutenzione, già consentiti dal DPCM del 10 aprile, ma anche interventi di nuovo impianto, per la realizzazione di aiuole, parchi e giardini, a partire dal prossimo 4 maggio.

Per la riorganizzazione delle attività e, soprattutto, l’adozione e/o l’adeguamento delle misure di sicurezza fissate dal nuovo Protocollo del 24 aprile, le imprese possono, già a partire dal 27 aprile, attivarsi con quanto previsto.

Un importante risultato per Confagricoltura, Assoverde e AIGP che, in forma congiunta, già – nel primo appello al Governo del 9 aprile – si erano fatti promotori della richiesta “urgente” di ripresa delle attività, con esito positivo, seppure limitatamente ai soli interventi di manutenzione, e che – con nuovo appello al Governo del 24 aprile – hanno, invece, evidenziato la necessità di riammettere tutti gli interventi di cui all’81,30, anche quelli di nuovo impianto, tanto nelle opere pubbliche che nelle aree private.   

Scarica il DPCM del 26 aprile 2020

Vai all’Artico

Integrazione del Protocollo sulle misure di sicurezza. Cosa aggiunge

24 aprile 2020. E’ stato integrato il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 14 marzo 2020: rimane prioritario l’obiettivo di coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative.

Nell’ambito di tale obiettivo, vengono reiterati, laddove possibile, la riduzione o la sospensione temporanea delle attività, e il ricorso agli ammortizzatori sociali, dando atto che la prosecuzione delle attività produttive può avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione. La mancata attuazione del Protocollo che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Restando fermo, per ciascuna delle 13 sezioni, quanto disposto dal precedente Protocollo, si segnalano, all’interno dell’Articolo, le integrazioni introdotte dal nuovo provvedimento.

Scarica il Protocollo del 24 aprile 2020

Vai all’Articolo

Ateco 81.30: Nuova richiesta congiunta per riprendere le "realizzazioni"

24 aprile 2020. Una nuova lettera, a firma di Confagricoltura, Assoverde, AIGP, è stata inviata oggi al Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.
Lo stesso appello è indirizzato alla Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e a tutti i Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, Beni Culturali, dell’Ambiente, delle Autonomie e degli Affari Regionali, oltre che ai Presidenti delle Regioni.

In vista dell’emanazione del prossimo DPCM che, a partire dal 4 maggio, dovrebbe consentire la ripresa di nuove attività, si chiede al Governo di riammettere tutte le attività comprese nel codice Ateco 81.30, anche quelle relative a nuove realizzazioni.

Un ulteriore elemento di attenzione riguarda l’opportunità di prevedere lo snellimento e la velocizzazione delle procedure di pagamento dei lavori pubblici, soprattutto per le opere già eseguite e contabilizzate.  

Vai all’Articolo

Leggi la lettera a firma congiunta

Ateco 81.30: Vademecum Assoverde per la ripresa delle attività

Per supportare gli operatori nella ripresa delle attività è disponibile il Vademecum Assoverde che sintetizza le misure da adottare, fornendo alcune informazioni di carattere generale che possono essere di supporto ai Datori di lavoro, oltre che per propria consapevolezza, nella fase di informazione e formazione dei dipendenti, che ha carattere obbligatorio per il Datore di lavoro.

A completamento del Vademecum, viene fornito il modulo di autocertificazione per gli spostamenti, del Ministero dell’Interno, e i materiali informativi (depliant e locandine), diffusi sul sito del Ministero della Salute, da poter utilizzare per affissioni e/o distribuzione, tanto ai lavoratori interni che per la utenza e ai fornitori esterni.

Vai all’Articolo

Scarica il Vademecum Assoverde

Ateco 81.30: Indicazioni operative per la ripresa delle attività

11 aprile 2020 – E’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il DPCM del 10 aprile 2020 che proroga fino al 3 maggio le misure restrittive per il contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale e la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 3.

Tra queste ultime, comprese dunque tra le attività ammesse, risulta l’attività di cura e manutenzione del paesaggio – di cui al codice 81.30 – limitatamente alla sola manutenzione, con esclusione delle attività di realizzazione.

Imprescindibile, in ogni caso, per la ripresa delle attività, il rispetto dei contenuti del Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 14 marzo 2020. 

A tal fine si rende disponibile il documento elaborato da Assoverde che integra quanto previsto dal citato Protocollo, con ulteriori specifiche e chiarimenti pubblicati sui siti istituzionali e da altre fonti autorevoli, con il fine di supportare gli operatori nella gestione dell’emergenzaattraverso indicazioni, anche di carattere operativo, che possono costituire riferimento nell’applicazione delle misure restrittive.

Leggi l’Articolo

Scarica di Documento Assoverde

Ateco 81.30: E' ammesso dal nuovo DPCM

10 aprile 2020 – Il nuovo DPCM, che proroga fino al 3 maggio le misure restrittive indicate nei precedenti Decreti, riporta nell’allegato 3 i codici Ateco delle attività che fanno eccezione e che pertanto possono continuare (per quelle già ammesse in precedenza) oppure riprendere (per quelle che risultavano sospese): tra queste rientra l’81.30, relativamente ad interventi di cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione.

E’ un grande risultato per tutti gli operatori del verde. 

Nell’articolo si riporta un breve resoconto delle iniziative svolte da Assoverde dal 22 marzo ad oggi, con un ringraziamento sentito a TUTTI quanti abbiano contribuito, direttamente ed indirettamente, a raggiungere questo risultato.

Vai all’Articolo

Scarica il DPCM 10 aprile 2020

Ateco 81.30: Appello a firma congiunta per sbloccare le attività

A poche ore dall’emanazione del prossimo Decreto che, come preannunciato dal Presidente del Consiglio, sbloccherà alcune attività, la lettera del 9 aprile, a firma congiunta – Confagricoltura, Assoverde, AIGP, AmiaVerona SpA – invita il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ad un’ulteriore riflessione sullo sblocco del codice Ateco 81.30.

Lo stesso appello è indirizzato alla Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e a tutti i Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, Beni Culturali, dell’Ambiente, delle Autonomie e degli Affari Regionali, oltre che ai Presidenti delle Regioni.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera a firma congiunta

Ateco 81.30: Assoverde con Finco per lo sblocco delle attività

FINCO – Federazione Industrie Prodotti Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni e la Manutenzione – raggruppa 40 Associazioni, con lo scopo di supportarle e sostenerle nel rapporto con le Istituzione e con i mercati, nazionali ed internazionali.

Assoverde aderisce a Finco e, nel caso specifico, ha chiesto alla Federazione di promuovere un’azione congiunta che potesse ulteriormente rafforzare le varie iniziative già messe in campo dall’Associazione, per sollecitare la ripresa delle attività di manutenzione del verde di cui al codice Ateco 81.30.

Con lettera del 7 aprile 2020, indirizzata al Ministro dello Sviluppo Economico e per conoscenza al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Presidente di Finco, Carla Tomasi, sottolinea la necessità di rendere ammissibili, accanto a quelle già permesse, una serie di attività, tra cui l’attività di cura e manutenzione del verde di cui al codice Ateco 81.30.

Vai all’articolo

Leggi la Lettera di Finco

Ateco 81.30: Sono 700 i sottoscrittori della petizione di Assoverde

A seguito di quanto disposto dall’ultimo DPCM del 1 aprile 2020, che proroga fino al 13 aprile le misure restrittive fissate dal precedente Decreto, si è conclusa stasera la raccolta di firme per la petizione indirizzata a Ministri e Presidenti di Regione per richiedere la ripresa delle attività di “manutenzione del verde”codice Ateco 81.30.

700 le sottoscrizioni, in rappresentanza di un numero molto più elevato, considerando la dimensione effettiva delle unità operative di cui il titolare è stato firmatario.

In continuità con quanto rappresentato alle Istituzioni nelle due lettere del 24 e 27 marzo 2020, Assoverde si è fatta tramite dell’iniziativa partita inizialmente dalla Liguria (“cordata ligure”) che ha visto successivamente la partecipazione di tutto il territorio nazionale.
L’iniziativa è stata sostenuta e valorizzata dall’AIGP – Associazione Italiana Giardinieri Professionisti.

Vai all’Articolo

Ateco 81.30: Fino al 3 aprile puoi sottoscrivere il documento Assoverde

A seguito delle numerose richieste pervenute, per dar seguito ed estendere a tutto il territorio nazionale l’iniziativa avviata dalla “cordata ligure”, Assoverde consente a tutti coloro che intendano sottoscriverne i contenuti di poterlo fare compilando il Modulo e inviandolo all’indirizzo [email protected]

Vai all’Articolo

Scarica il Modulo

Ateco 81.30: Assoverde raccorda le cordate territoriali

A seguito e in linea con le lettere del 24/03/2020 e del 27/03/2020 inviate alle Istituzioni, con la richiesta, prima, di chiarimenti e, poi, di ripresa delle  attività di “manutenzione del verde” di cui al codice Ateco 81.30 – nel pieno rigore delle norme di sicurezza e rispetto alle anomalie che si stanno verificando nelle diverse zone del Paese – Assoverde si fa portavoce delle richieste coordinate che stanno provenendo dagli operatori dalle diverse realtà territoriali.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera di  Santa Margherita Ligure/Rapallo – La Spezia

Ateco 81.30: Nuova lettera di Assoverde alle Istituzioni

Il Decreto del Mise del 25/03/2020, in aggiornamento di quanto riportato nell’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020, ha riconfermato la sospensione delle attività di cui al codice Ateco 81.30 – “Cura e Manutenzione del Verde”.

Già con una prima lettera del 24/03/2020, Assoverde aveva chiesto ai Ministri competenti – Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Sviluppo Economico, Autonomie ed Affari Regionali – chiarimenti in merito alla scelta di sospendere, in questo periodo dell’anno, le attività di manutenzione del verde, a fronte di inevitabili criticità manifestate sia da privati che da Amministrazioni pubbliche.

A seguito della riconferma di tale scelta, nel successivo Decreto del Mise del 25/03/2020, Assoverde richiama nuovamente l’attenzione delle Istituzioni, con una seconda lettera inviata oggi ai Ministri competenti e, per conoscenza, ai Presidenti di Regione ed Assessori competenti, ritenendo che le attività di cui al codice Ateco 81.30 debbano riprendere.

Tale posizione è sostenuta anche da Confagricoltura, a cui Assoverde aderisce, e da Anve – Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori

Vai all’Articolo

Leggi la Lettera di Assoverde del 27/03/2020

Ateco 01 - Florovivaismo: la vendita di piante e fiori è consentita

A seguito delle ulteriori verifiche del nuovo DPCM del 22 marzo 2020, viene consentita, come quella relativa a prodotti agricoli e alimentari, l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione, anche al dettaglio, e consegna di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti, ammendanti e di altri prodotti simili.

Soddisfazione, da parte della Ministra Teresa Bellanova, Confragricoltura, ANVE – Associaziona Nazionale Vivaisti Esportatori e delle diverse associazioni di rappresentanza del settore.

Soddisfazione anche di Antonio Maisto – Presidente di Assoverde – Associazione Italiana Costruttori del Verde, per la rilevanza che la continuità delle attività del settore florovivaistico ha in questo particolare periodo dell’anno, rinnovando la richiesta di attenzione da parte delle Istituzioni sulle attività di cui al codice ateco 81.30, la cui sospensione nel periodo primaverile sta già determinando importanti criticità.

Leggi l’Articolo

Modifiche al DPCM 22 marzo 2020: resta sospesa l'attività di manutenzione del verde

Con Decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 25 marzo 2020viene modificato l’elenco delle attività non sospese di cui all’allegato 1 del DPCM del 22 marzo 2020 che aveva disposto la sospensione delle attività produttive e commerciali non essenziali e strategiche.

Così come nel primo elenco, allegato al DPCM del 22 marzo, rimangono sospese le attività di cura e manutenzione del verde (codice 81.3.) su cui Assoverde aveva richiesto chiarimenti ai Ministri competenti, in ragione delle criticità che la sospensione prolungata dei lavori, in questo particolare periodo dell’anno, potrà produrre.
Leggi la Lettera di Assoverde ai Ministri

Analoga attenzione era stata posta, su tali attività, da Confagricoltura che, in data 23 marzo, aveva richiesto la possibilità di rivedere la scelta di sospensione, “considerando la necessità di procedere alle attività indifferibili di gestione di piante e altre colture e la coerenza rispetto ad altre attività comunque consentite come il florovivaismo”.
Leggi le dichiarazione di Confagricoltura

Vai all’Articolo

Scarica il Decreto del MISE del 25 marzo 2020 – Modifiche all’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020

DL 25/03/2020: Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

In ragione dell’evolversi della situazione epidemiologica relativa alla diffusione del virus COVID-19, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi e dei decessi particolarmente in Italia, il Decreto Legge 25/03/2020, n. 19, riconsidera le misure volte a contenere e contrastare i rischi sanitari, su specifici ambiti territoriali e sull’intero territorio nazionale.

Considerata l’eccezionalità di tali misure, le stesse potranno avere una durata predeterminata, non superiore a trenta giorni, e tuttavia ovviamente reiterabili e modificabili fino al 31 luglio 2020, termine di durata dello stato di emergenza dell’epidemia da COVID – 19, già deliberato dal Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020.

Ordinanze regionali più restrittive possono essere emanate solo nelle more dell’adozione di ulteriori Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, con efficacia limitata fino a tale momento, in relazione a specifiche situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario che si siano verificate nel loro territorio o in una parte di esso.

Leggi l’Articolo

Scarica il Decreto Legge 25/03/2020, n. 19

Richiesta di chiarimenti su Codice Ateco 81.30: Lettera di Assoverde ai Ministri competenti

In relazione a quando disposto dal DPCM 22 marzo 2020, consapevoli della gravità della situazione e con grande senso di responsabilità verso il Paese e verso la sicurezza dei lavoratori, Assoverde ha chiesto ai Ministri competenti una chiarificazione in merito alle attività di cui al Codice Ateco 81.30 “Cura e Manutenzione del Verde”.

A fronte di condizioni oggettive, per le quali gli interventi di manutenzione del verde assumono carattere di pubblica sicurezza o dove la committenza, anche privata, richieda un intervento sistematico, ai fini oltre che di sicurezza, anche di emergenza igienica e sanitaria, in previsione delle inevitabili implicazioni che una prolungata sospensione dei lavori di manutenzione (anche della sola innaffiatura) determinerebbe sugli impianti arborei e sui siti specifici (es: parchi, ville, campi sportivi, verde stradale, ecc.), Assoverde si fa tramite delle numerose richieste di chiarimento e condizioni di incertezza provenienti dagli operatori e dalle stesse Amministrazioni, in ragione delle criticità che insorgerebbero a seguito della sospensione degli interventi manutentivi delle aree verdi.

Vai all’articolo

Leggi la Lettera di Assoverde ai Ministri

DPCM 22/03/2020: Sospensione delle attività non essenziali o strategiche

Continueranno a restare aperti i supermercati e i negozi di generi di prima necessità, senza restrizioni di giorni e orari; farmacie e parafarmacie; servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari; tutti i servizi essenziali come i trasporti; le attività accessorie e funzionali a quelle essenziali; le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale; al di fuori delle attività essenziali è consentito soltanto il lavoro in modalità smart working.

Nell’allegato 1 al DPCM del 22/03/2020 vengono elencati i Codici ATECO relativi alle attività non sospese.

Leggi l’Articolo

Scarica il DPCM 22/03/2020

21/03/2020: Le ordinanze regionali in Lombardia e Piemonte

Nel pomeriggio di ieri, elaborate in sinergia tra le due regioni, arrivano le ordinanze dei Governatori della Lombardia e del Piemonte. La prima, in vigore dal 22 marzo fino al 15 aprile, salvo variazioni dovute all’evoluzione dell’emergenza sanitaria; la seconda con decorrenza immediata, dal 21 marzo fino al 3 aprile.

Leggi l’Articolo

Scarica il provvedimento della Lombardia

Scarica il provvedimento del Piemonte

Attivato conto corrente della Protezione civile per le donazioni

Come previsto nell’ambito del decreto legge “Cura Italia”, il Dipartimento della Protezione Civile ha aperto un conto corrente bancario per donazioni da parte dei cittadini destinate all’emergenza epidemiologica. Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico sia dall’Italia sia dall’estero usando le seguenti coordinate bancarie: Banca Intesa Sanpaolo Spa Filiale di Via del Corso, 226 – Roma – Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.

IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387

BIC: BCITITMM

Fondo di garanzia, operative le misure del DL

Deliberata l’adozione delle misure necessarie per l’applicazione delle numerose disposizioni previste dall’art. 49 del Decreto-Legge del 2020 n. 18, recante “Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”).

Leggi l’articolo

Scarica la Circolare del Gestore Mediocredito Centrale n. 8/2020

Decreto Cura-Italia: Sintesi delle misure per imprese e lavoratori

Nel decreto Cura Italia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020, sono stati stanziati 25 miliardi di euro di risorse, con un effetto leva complessivo di 350 miliardi di euro per rilanciare l’economia e sostenere il mondo del lavoro, a fronte dell’emergenza Covid-19.
Oggi pubblicata, sul sito del  del Ministero dello sviluppo economico, la sintesi delle misure previste per imprese e lavoratori.

Leggi l’articolo

MyPlant&Garden: Lettera alle Istituzioni a firma delle principali Associazioni

Con lettera del 19 marzo 2020, MyPlant&Garden, a firma congiunta delle principali Associazioni del comparto orto-florovivaistico, ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, al Ministro dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, al Sottosegretario di Stato, Giuseppe L’Abbate.

In oggetto: la richiesta di attenzione alla situazione di enorme difficoltà del comparto creatasi con il diffondersi in Italia della pandemia Covid-19.

Leggi l’articolo

Leggi la lettera sulla piattaforma di MyPlant&Garden

18/03/2020: Mipaaf, Bellanova: "Attenzione al florovivaismo alta"

L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova il settore florovivaistico: 24 mila aziende, con fatturato annuo di 2,5 miliardi, pari al 5% della produzione agricola nazionale. Si richiedono misure di sostegno urgenti e di più ampia portata a tutela dei produttori. 

Questo, il comunicato stampa con le rassicurazioni della Ministra Teresa Bellanova:

“Conosciamo le difficoltà del settore e  voglio assicurare tutti i florovivaisti e i floricultori italiani: la situazione che sta soffrendo il comparto è oggetto della massima attenzione e cura. Troveremo rapidamente misure compensative mirate. Nulla andrà perduto né in termini di sostegno immeditato né in termini di prospettiva per le aziende del settore. Quando parliamo di misure per l’agricoltura, parliamo anche di florovivaismo. Che rappresenta una quota significativa e strategica del nostro segmento agricolo, ed è ben presente tra le priorità, compatibilmente con una emergenza e una crisi senza precedenti”.

Decreto Legge 17 marzo 2020 - "Cura-Italia"

E’ stato pubblicato in GU, il Decreto denominato “Cura-Italia”, recante le nuove misure a sostegno di famiglie, lavoratori, imprese e sistema sanitario, per contrastare gli effetti sull’economia determinati dall’emergenza coronavirus. In campo circa 25 miliardi di euro e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi di euro.

Un secondo decreto arriverà ad aprile, con altri fondi che saranno reperiti grazie alla concertazione con l’Unione Europea. Approvato dal Consiglio dei Ministri, il Decreto “Cura-Italia” passa ora alla discussione alla Camera e al Senato.

Leggi l’articolo

Leggi le misure principali del DL

Scarica la Gazzetta Ufficiale

Documento Assoverde: Indicazioni operative per i datori di lavoro

A seguito dell’emanazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020 e alla successiva sottoscrizione del “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 marzo 2020, Assoverde ha elaborato il documento  “Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di Lavoro. INDICAZIONI OPERATIVE PER I DATORI DI LAVORO”.

Leggi l’articolo

Scarica il documento

Protocollo 14/03/2020 : Sicurezza negli ambienti di lavoro​

In data 14 marzo 2020, su invito del Presidente del Consiglio dei ministri, del Ministro dell’economia, del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro della salute, in attuazione delle misure nel DPCM 11 marzo 2020, è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Il Protocollo contiene linee guida condivise tra Governo e Parti sociali per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, assumendo come obiettivo prioritario quello di coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative, prevedendo, nell’ambito di tale obiettivo, anche la riduzione o la sospensione temporanea delle attività.

Leggi l’articolo

MinisteroSalute_LOCANDINA

DPCM 11 marzo 2020: l'Italia si ferma​

Per far fronte all’emergenza derivata dalla diffusione del virus Covid-19, a partire dalla fine di febbraio, il Governo Italiano ha emanato i successivi Decreti: DPCM 23 febbraio 2020; DPCM 25 febbraio 2020; DPCM 1 marzo 2020; DPCM 4 marzo 2020; DPCM 8 marzo 2020; DPCM 9 marzo 2020; DPCM 11 marzo 2020.

L’ultimo Decreto, dell’11 marzo 2020, introduce importanti restrizioni per tutta l’Italia, con la sospensione di una serie di attività, fino al 25 marzo. La sospensione, salvo ulteriori prescrizioni, riguarda: le attività commerciali, ad eccezione di quelle relative a prodotti alimentari e di prima necessità (di cui all’allegato 1 del DPCM); i servizi alla persona, fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti, ecc. (di cui all’allegato 2); le attività connesse alla ristorazione (bar, ristoranti, pub), ad eccezione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Leggi l’articolo

Copia di AA_DPCM_11_03_2020

Assoverde: Questionario Emergenza Coronavirus

Come purtroppo stiamo constatando di giorno, oltre l’emergenza sanitaria, il virus Covid-19 sta determinando una grave situazione economica in tutto il Paese

E’ il momento della Responsabilità, della Solidarietà, della Intelligenza individuale e collettiva.

Assoverde intende raccordare e mettere a sistema le eventuali iniziative che possano nascere a livello territoriale, oltre che sollecitare ed indirizzare le azioni che il Governo potrà mettere in atto.

Attraverso la compilazione di un Questionario, i Soci di Assoverde e tutti gli operatori del settore che vogliano contribuire, potranno rappresentare il disagio, le necessità e le eventuali proposte da sottoporre alle Istituzioni e agli Organi competenti. 

Leggi l’articolo

Scarica il Questionario

Proposta di Legge - C1824 - sul settore florovivaistico

Disposizioni per la disciplina, la promozione e la valorizzazione delle attività del settore florovivaistico

E’ in discussione la Proposta di legge per la valorizzazione del settore florovivaistico. Dopo i diversi interlocutori istituzionali e le rappresentanze di categoria, il 18 febbraio 2020, presso la Camera dei Deputati, Assoverde è stata chiamata a rappresentare la propria posizione.

Leggi l’articolo

Scarica il Position Paper di Assoverde

Guarda il video della Seduta

 

La nuova brochure di Assoverde

E’ disponibile la nuova brochure di Assoverde. Sono illustrati i caratteri innovativi dell’Associazione; i servizi, le attività e le opportunità per le Imprese e i Professionisti del settore del verde; i molteplici campi di intervento, rispetto alle funzioni – ecologiche e ambientali, igieniche e sanitarie, protettive e di consolidamento, sociali e ricreative, culturali e didattiche, estetiche e architettoniche – che il verde svolge e, soprattutto, la centralità e le potenzialità che il settore del verde riveste oggi, in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, dissesto idrogeologico, inquinamento ambientale, risparmio energetico, qualità e salubrità delle aree urbane.

Scarica la brochure

Assoverde cambia passo e si riveste

ASSOVERDE apre il 2020 con il restyling della sua identità visiva, che concorre a inaugurare il “cambio di passo” attualmente in corso. 
Rinnovando l’attenzione verso il marchio, il restyling ne accompagna il rilancio, insieme alle nuove progettualità.

Pur rimanendo in continuità con il vecchio, il pittogramma è stato attualizzato con un design più moderno: da un lato le linee oblique originarie sono state ridotte e semplificate, dall’altro lato si sono incurvate per assumere l’aspetto di una foglia. 
Il risultato finale è un pittogramma a “V”, sormontato da una sfera (la terra o l’uomo), che richiama due mani aperte nell’atto del prendersi cura.

Leggi l’articolo

 

Assoverde_cambia_passo_e_si_riveste

27/02/2020: Costruire in Verde - Evento Annullato

In considerazione della gravità della imprevedibile situazione attuale legata alla diffusione del COVID-19,  gli organizzatori della manifestazione Myplant & Garden hanno annullato tutti gli eventi previsti dal 26 al 28 febbraio presso la Fiera di Milano (Rho), posticipandone la data di svolgimento al mese di settembre 2020. Assoverde ha condiviso pienamente la soluzione adottata dagli organizzatori, annullando il Convegno “Costruire in Verde. Assoverde un cambio di passo per lo sviluppo sostenibile”, gli stand espositivi e le ulteriori iniziative promosse nell’ambito della Fiera.

Leggi l’articolo

 

Assoverde: un'associazione storica, oggi con un cambio di passo

Assoverde – Associazione italiana costruttori del verde opera in Italia, dal 1982, per promuovere la salvaguardia dell’ambiente, del paesaggio e del suolo e – con rinnovato impulso – in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, dissesto idrogeologico, inquinamento ambientale, risparmio energetico, qualità e salubrità delle aree urbane.

Dal 2019, ha trasferito la sede centrale a Roma, mantenendo un radicamento capillare a livello regionale e provinciale.

Aperta recentemente anche a strutture professionali e liberi professionisti, l’Associazione accoglie piccole, medie e grandi imprese che – ai diversi livelli della filiera – intervengono nei diversi comparti della progettazione, costruzione, cura e manutenzione del verde, tanto nel settore privato che negli appalti pubblici.

Vai alla pagina

Cooperazione

Favoriamo e moltiplichiamo le occasioni di incontro e confronto tra gli associati

Promozione

Attraverso il portale e sul web, con adeguate campagne di web marketing

Contenuti

Accesso gratuito alle Pubblicazioni Assoverde per i propri associati

Entra a far parte della Rete Assoverde,
contribuisci a rafforzare la tua attività

Assoverde opera in Italia dal 1982 ed oggi,  con nuovo impulso, in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, del dissesto idrogeologico, dell’inquinamento ambientale, del risparmio energetico, della qualità e salubrità delle aree urbane

 

10/07/2020 _ Assemblea Generale Assoverde: Antonio Maisto riconferma la Presidenza

Venerdi 10 luglio 2020, presso la sede istituzionale di Confagricoltura a Roma in presenza contenuta, ed aperta in videoconferenza a tutti gli Associati, si è tenuta, con ampia partecipazione, l’Assemblea Generale di Assoverde – Associazione Italiana Costruttori del Verde.

A sostanziale unanimità viene riconfermato come Presidente Antonio Maisto, a cui si riconosce l’impegno ed il lavoro svolto nel corso delle precedenti Consigliature e, con nuovo impulso, a partire dalla fine dello scorso anno, nell’importante progetto di rinnovamento dell’Associazione.

Vengono, inoltre, riconfermati i precedenti Consiglieri: Michele Bindi, Angioletto Borri, Carlo Caramori, Antonio Maisto, Rosi Sgaravatti, Giuseppe Traini, con la nuova nomina di Mauro Glionna; su indicazione del nuovo Consiglio, vengono approvati dall’Assemblea il Segretario Generale, Stefania Pisanti – che da dicembre ha supportato Assoverde nel nuovo percorso di rinnovamento dell’Associazione – e il Revisore dei Conti, Luca Ugliano.

Ai vertici, accanto alla carica del Presidente Antonio Maisto, si riconferma quella di Michele Bindi, in qualità di Vice Presidente di Assoverde.  

Vai all’Articolo

 

StrategieGreen2020. Progetto di Adattamento delle Aree Urbane alla fase post-Covid

Il progetto “StrategieGreen2020” – promosso da ASSOVERDE Associazione Italiana Costruttori del Verde, in partenariato con AIAPP Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio, ANACI – Associazione Nazionale Amministratori di Condominio – si sviluppa a partire dalla radicale modifica degli stili di vita dei Cittadini e dell’organizzazione delle Città, in risposta alle misure restrittive, ai distanziamenti e alle precauzioni necessarie a fronteggiare la diffusione del Covid-19.

L’adesione al progetto è aperta a tutti i Partner che possano essere interessati, ciascuno per competenze e contributi specialistici, a rafforzare la proposta nel suo complesso e la relativa attuazione. Aderiscono, ad oggi, al progetto: AIGPAssociazione Italiana Giardinieri Professionisti; AISESAssociazione Italiana Segnaletica e Sicurezza; ANVEAssociazione Nazionale Vivaisti Esportatori; ASSOVERNICI – Associazione Italiana Produttori Vernici. 

Gli obiettivi legati all’emergenza Covid-19, si coniugano con quelli più generali di “qualità” e “salubrità” delle aree urbane,  “equità”, “inclusività”, “sostegno alle fragilità” a cui le città tendere, ben oltre il superamento delle attuali condizioni di emergenza.  Importanti implicazioni riguardano:

  • il processo più ampio di riqualificazione delle città e di progressiva implementazione delle aree verdi;
  • lo sviluppo di un’importante sinergia tra “pubblico” e “privato”
  • la creazione di un rilevante indotto di lavoro per le imprese,  come volano per la ripresa dell’economia.

 

Per il Progetto in dettaglio e la modulistica, vai alla pagina interna

Assoverde con Finco agli Stati Generali sul Bonus Verde

Stati Generali, 13 giugno 2020: “L’azione di rilancio dell’Italia parte dalla bellezza”. Questo l’assunto ben rimarcato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione dell’incontro con le massime cariche europee a Roma, a Villa Pamphili. La scelta del luogo non è casuale.

Villa Pamphili, sede di rappresentanza del Governo italiano, è una residenza storica che comprende il terzo più grande parco pubblico di Roma, tra i siti più rilevanti per il bird-watching, per passeggiare e far giocare i bambini, per fare jogging in città, molto frequentata dai romani, soprattutto nei fine settimana.

Il verde, dunque, nelle sue accezioni più ampie, costituisce sinonimo di bellezza, ma non solo… diviene riferimento per il rilancio e per la rinascita del Paese.

In questa direzione, Assoverde reitera le già numerose sollecitazioni al Governo sul rafforzamento del Bonus Verde, come strumento “strategico” per i cittadini che potranno fruire di tutti i benefici derivanti da tali interventi; per le Amministrazioni che potranno favorire i processi di rinaturalizzazione delle città;  per gli operatori del verde che potranno trovare un ulteriore filone di ripresa delle attività, strutturato e regolamentato.

 

Vai all’Articolo

La filiera florovivaistica nazionale riunita ed unita

Il 9 giugno 2020, a Pistoia, si sono riuniti i rappresentanti delle principali Associazioni nazionali della filiera florovivaistica.

L’occasione è stata utile per riflettere sulle gravi conseguenze dell’emergenza sanitaria, su quello che ogni singola associazione ha potuto fare per aiutare il settore e su quanto sia necessario, ora più che mai, fare sistema, per trovare un modo di ripartire insieme.

Unità, promozione e qualificazione. Queste le parole chiave che riassumono le intenzioni di una giornata unica, in cui sono state gettate le basi per elevare il mondo del verde dagli individualismi e guardare insieme ad un progetto di valorizzazione dell’intera filiera. Solamente così sarà possibile avere credibilità istituzionale contribuendo a ottenere risultati dagli organi politici e amministrativi.

Vai all’Articolo

Audizioni su DL Rilancio. Assoverde insiste sul Bonus Verde

Il 28 maggio 2020 si è riunito il Tavolo del settore florovivaistico al Mipaaf, in presenza della Ministra Teresa Bellanova. Presenti tutte le Associazioni e gli Organismi rappresentativi del settore.

L’intervento di Assoverde si è concentrato sulla centralità e sulle potenzialità che il settore del verde può oggi fornire, nella fase di adattamento delle città all’emergenza Covid-19 e verso obiettivi più ambiziosi di qualità dell’aria, contrasto ai cambiamenti climatici, salvaguardia del territorio, qualità e salubrità delle are urbane.

In questa direzione vanno le proposte di emendamento agli Articoli 119 e 121 del DL Rilancio, che Assoverde ha trasmesso ai Ministri competenti e, per conoscenza, al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per il rafforzamento del Bonus Verde, e che ha presentato il 29 maggio 2020, alla audizione consultiva presso la XIII Commissione Agricoltura – Camera dei Deputati, sul Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 34 del 2020 (C. 2500 Governo)

Vai all’Articolo

Scarica le proposte di emendamento presentate da Assoverde

Bonus Verde. Assoverde scrive a Conte

Con lettera dell’8 maggio 2020, indirizzata al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte – e in conoscenza ai Ministri dell’economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, delle politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, e al Sottosegretario di Stato, Riccardo Fraccaro – Assoverde riporta l’attenzione sul “Bonus Verde”e sul carattere “strategico” che tale strumento può determinare nei processi di adattamento delle città, in risposta all’emergenza Covid-19, e, più in generale, verso gli obiettivi della “sostenibilità”, innestando virtuose sinergie tra pubblico e privato.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera di Assoverde

DL 16/05/2020, n. 33: Riapertura di tutte le attività - Protocolli regionali per la sicurezza

Emanato il 16 maggio 2020, il Decreto introduce “ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

A decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale, e tali misure possono essere adottate o reiterate solo con riferimento a specifiche aree del territorio interessate da particolare aggravamento della situazione epidemiologica. 

Le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti dei protocolli o linee guida adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Vai all’Articolo

INIZIATIVE DI FORMAZIONE: Network-Meeting di Alto Profilo

Scegli tra le varie proposte l’approfondimento tecnico che ti può supportare nell’osservare e strutturare il cambiamento su misura per la tua realtà aziendale.

Alto Profilo Network – società leader nel settore delle consulenze aziendali, integra le competenze del marketing e delle vendite, utilizzando strumenti di performance management in grado di restituire risultati precisi e strutturati in tempi rapidi e senza alcuna difficoltà –  propone gratuitamente incontri su temi chiave, condotti da professionisti con pluriennale esperienza nel proprio ambito di competenza.

Vai al Programma per l’iscrizione

Assoverde sul “Bonus Verde”: Lettera a Conte

In previsione delle prossime determinazioni del Governo sulle detrazioni inerenti gli interventi sul risparmio energetico, la lettera di Assoverde al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, inviata oggi, 8 maggio 2020, riporta l’attenzione sul “Bonus Verde” e sul carattere “strategico” che tale strumento può determinare nei processi di adattamento delle città, in risposta all’emergenza Covid-19 e, più in generale, verso gli obiettivi della “sostenibilità”, innestando virtuose sinergie tra pubblico e privato.

La lettera è indirizzata anche, per conoscenza, ai Ministri Roberto Gualtieri e Teresa Bellanova e al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro.

Vai all’Articolo

INIZIATIVE DI FORMAZIONE: Verde in ambito urbano post Covid-19: Come affrontare la ripresa

Cosa cambierà nella gestione del verde, pubblico
e privato, quando questo momento di crisi sarà passato?

Dal 12 maggio all’8 giugno, Il Verde Editoriale, insieme alla rivista ACER, organizza un ciclo online di 9 Tavoli di lavoro con 28 esperti di fama nazionale e internazionale per mettere a fuoco le prospettive e le possibili strategie da adottare, al fine di trasformare l’incertezza di questo momento in una importante opportunità di cambiamento lavorativa ed economica, che metta al centro degli interventi a verde urbano etica, competenza, qualità e professionalità, e l’uomo con le sue ineludibili esigenze.

Programma completo e Iscrizione

Ateco 81.30: dal 4 maggio ripartono anche le realizzazioni

L’ultimo DPCM del 26 aprile riapre tutte le attività di “cura e manutenzione del verde” di cui al codice Ateco 81.30, non solo quindi interventi di manutenzione, già consentiti dal DPCM del 10 aprile, ma anche interventi di nuovo impianto, per la realizzazione di aiuole, parchi e giardini, a partire dal prossimo 4 maggio.

Per la riorganizzazione delle attività e, soprattutto, l’adozione e/o l’adeguamento delle misure di sicurezza fissate dal nuovo Protocollo del 24 aprile, le imprese possono, già a partire dal 27 aprile, attivarsi con quanto previsto.

Un importante risultato per Confagricoltura, Assoverde e AIGP che, in forma congiunta, già – nel primo appello al Governo del 9 aprile – si erano fatti promotori della richiesta “urgente” di ripresa delle attività, con esito positivo, seppure limitatamente ai soli interventi di manutenzione, e che – con nuovo appello al Governo del 24 aprile – hanno, invece, evidenziato la necessità di riammettere tutti gli interventi di cui all’81,30, anche quelli di nuovo impianto, tanto nelle opere pubbliche che nelle aree private.   

Scarica il DPCM del 26 aprile 2020

Vai all’Artico

Integrazione del Protocollo sulle misure di sicurezza. Cosa aggiunge

24 aprile 2020. E’ stato integrato il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto il 14 marzo 2020: rimane prioritario l’obiettivo di coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative.

Nell’ambito di tale obiettivo, vengono reiterati, laddove possibile, la riduzione o la sospensione temporanea delle attività, e il ricorso agli ammortizzatori sociali, dando atto che la prosecuzione delle attività produttive può avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione. La mancata attuazione del Protocollo che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Restando fermo, per ciascuna delle 13 sezioni, quanto disposto dal precedente Protocollo, si segnalano, all’interno dell’Articolo, le integrazioni introdotte dal nuovo provvedimento.

Scarica il Protocollo del 24 aprile 2020

Vai all’Articolo

Ateco 81.30: Nuova richiesta congiunta per riprendere le "realizzazioni"

24 aprile 2020. Una nuova lettera, a firma di Confagricoltura, Assoverde, AIGP, è stata inviata oggi al Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli.
Lo stesso appello è indirizzato alla Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e a tutti i Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, Beni Culturali, dell’Ambiente, delle Autonomie e degli Affari Regionali, oltre che ai Presidenti delle Regioni.

In vista dell’emanazione del prossimo DPCM che, a partire dal 4 maggio, dovrebbe consentire la ripresa di nuove attività, si chiede al Governo di riammettere tutte le attività comprese nel codice Ateco 81.30, anche quelle relative a nuove realizzazioni.

Un ulteriore elemento di attenzione riguarda l’opportunità di prevedere lo snellimento e la velocizzazione delle procedure di pagamento dei lavori pubblici, soprattutto per le opere già eseguite e contabilizzate.  

Vai all’Articolo

Leggi la lettera a firma congiunta

Ateco 81.30: Vademecum Assoverde per la ripresa delle attività

Per supportare gli operatori nella ripresa delle attività è disponibile il Vademecum Assoverde che sintetizza le misure da adottare, fornendo alcune informazioni di carattere generale che possono essere di supporto ai Datori di lavoro, oltre che per propria consapevolezza, nella fase di informazione e formazione dei dipendenti, che ha carattere obbligatorio per il Datore di lavoro.

A completamento del Vademecum, viene fornito il modulo di autocertificazione per gli spostamenti, del Ministero dell’Interno, e i materiali informativi (depliant e locandine), diffusi sul sito del Ministero della Salute, da poter utilizzare per affissioni e/o distribuzione, tanto ai lavoratori interni che per la utenza e ai fornitori esterni.

Vai all’Articolo

Scarica il Vademecum Assoverde

Ateco 81.30: Indicazioni operative per la ripresa delle attività

11 aprile 2020 – E’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il DPCM del 10 aprile 2020 che proroga fino al 3 maggio le misure restrittive per il contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale e la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 3.

Tra queste ultime, comprese dunque tra le attività ammesse, risulta l’attività di cura e manutenzione del paesaggio – di cui al codice 81.30 – limitatamente alla sola manutenzione, con esclusione delle attività di realizzazione.

Imprescindibile, in ogni caso, per la ripresa delle attività, il rispetto dei contenuti del Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 14 marzo 2020. 

A tal fine si rende disponibile il documento elaborato da Assoverde che integra quanto previsto dal citato Protocollo, con ulteriori specifiche e chiarimenti pubblicati sui siti istituzionali e da altre fonti autorevoli, con il fine di supportare gli operatori nella gestione dell’emergenzaattraverso indicazioni, anche di carattere operativo, che possono costituire riferimento nell’applicazione delle misure restrittive.

Leggi l’Articolo

Scarica di Documento Assoverde

Ateco 81.30: E' ammesso dal nuovo DPCM

10 aprile 2020 – Il nuovo DPCM, che proroga fino al 3 maggio le misure restrittive indicate nei precedenti Decreti, riporta nell’allegato 3 i codici Ateco delle attività che fanno eccezione e che pertanto possono continuare (per quelle già ammesse in precedenza) oppure riprendere (per quelle che risultavano sospese): tra queste rientra l’81.30, relativamente ad interventi di cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione.

E’ un grande risultato per tutti gli operatori del verde. 

Nell’articolo si riporta un breve resoconto delle iniziative svolte da Assoverde dal 22 marzo ad oggi, con un ringraziamento sentito a TUTTI quanti abbiano contribuito, direttamente ed indirettamente, a raggiungere questo risultato.

Vai all’Articolo

Scarica il DPCM 10 aprile 2020

Ateco 81.30: Appello a firma congiunta per sbloccare le attività

A poche ore dall’emanazione del prossimo Decreto che, come preannunciato dal Presidente del Consiglio, sbloccherà alcune attività, la lettera del 9 aprile, a firma congiunta – Confagricoltura, Assoverde, AIGP, AmiaVerona SpA – invita il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ad un’ulteriore riflessione sullo sblocco del codice Ateco 81.30.

Lo stesso appello è indirizzato alla Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e a tutti i Ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, Beni Culturali, dell’Ambiente, delle Autonomie e degli Affari Regionali, oltre che ai Presidenti delle Regioni.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera a firma congiunta

Ateco 81.30: Assoverde con Finco per lo sblocco delle attività

FINCO – Federazione Industrie Prodotti Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni e la Manutenzione – raggruppa 40 Associazioni, con lo scopo di supportarle e sostenerle nel rapporto con le Istituzione e con i mercati, nazionali ed internazionali.

Assoverde aderisce a Finco e, nel caso specifico, ha chiesto alla Federazione di promuovere un’azione congiunta che potesse ulteriormente rafforzare le varie iniziative già messe in campo dall’Associazione, per sollecitare la ripresa delle attività di manutenzione del verde di cui al codice Ateco 81.30.

Con lettera del 7 aprile 2020, indirizzata al Ministro dello Sviluppo Economico e per conoscenza al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Presidente di Finco, Carla Tomasi, sottolinea la necessità di rendere ammissibili, accanto a quelle già permesse, una serie di attività, tra cui l’attività di cura e manutenzione del verde di cui al codice Ateco 81.30.

Vai all’articolo

Leggi la Lettera di Finco

Ateco 81.30: Sono 700 i sottoscrittori della petizione di Assoverde

A seguito di quanto disposto dall’ultimo DPCM del 1 aprile 2020, che proroga fino al 13 aprile le misure restrittive fissate dal precedente Decreto, si è conclusa stasera la raccolta di firme per la petizione indirizzata a Ministri e Presidenti di Regione per richiedere la ripresa delle attività di “manutenzione del verde”codice Ateco 81.30.

700 le sottoscrizioni, in rappresentanza di un numero molto più elevato, considerando la dimensione effettiva delle unità operative di cui il titolare è stato firmatario.

In continuità con quanto rappresentato alle Istituzioni nelle due lettere del 24 e 27 marzo 2020, Assoverde si è fatta tramite dell’iniziativa partita inizialmente dalla Liguria (“cordata ligure”) che ha visto successivamente la partecipazione di tutto il territorio nazionale.
L’iniziativa è stata sostenuta e valorizzata dall’AIGP – Associazione Italiana Giardinieri Professionisti.

Vai all’Articolo

Ateco 81.30: Fino al 3 aprile puoi sottoscrivere il documento Assoverde

A seguito delle numerose richieste pervenute, per dar seguito ed estendere a tutto il territorio nazionale l’iniziativa avviata dalla “cordata ligure”, Assoverde consente a tutti coloro che intendano sottoscriverne i contenuti di poterlo fare compilando il Modulo e inviandolo all’indirizzo [email protected]

Vai all’Articolo

Scarica il Modulo

Ateco 81.30: Assoverde raccorda le cordate territoriali

A seguito e in linea con le lettere del 24/03/2020 e del 27/03/2020 inviate alle Istituzioni, con la richiesta, prima, di chiarimenti e, poi, di ripresa delle  attività di “manutenzione del verde” di cui al codice Ateco 81.30 – nel pieno rigore delle norme di sicurezza e rispetto alle anomalie che si stanno verificando nelle diverse zone del Paese – Assoverde si fa portavoce delle richieste coordinate che stanno provenendo dagli operatori dalle diverse realtà territoriali.

Vai all’Articolo

Leggi la lettera di  Santa Margherita Ligure/Rapallo – La Spezia

Ateco 81.30: Nuova lettera di Assoverde alle Istituzioni

Il Decreto del Mise del 25/03/2020, in aggiornamento di quanto riportato nell’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020, ha riconfermato la sospensione delle attività di cui al codice Ateco 81.30 – “Cura e Manutenzione del Verde”.

Già con una prima lettera del 24/03/2020, Assoverde aveva chiesto ai Ministri competenti – Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Sviluppo Economico, Autonomie ed Affari Regionali – chiarimenti in merito alla scelta di sospendere, in questo periodo dell’anno, le attività di manutenzione del verde, a fronte di inevitabili criticità manifestate sia da privati che da Amministrazioni pubbliche.

A seguito della riconferma di tale scelta, nel successivo Decreto del Mise del 25/03/2020, Assoverde richiama nuovamente l’attenzione delle Istituzioni, con una seconda lettera inviata oggi ai Ministri competenti e, per conoscenza, ai Presidenti di Regione ed Assessori competenti, ritenendo che le attività di cui al codice Ateco 81.30 debbano riprendere.

Tale posizione è sostenuta anche da Confagricoltura, a cui Assoverde aderisce, e da Anve – Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori

Vai all’Articolo

Leggi la Lettera di Assoverde del 27/03/2020

Ateco 01 - Florovivaismo: la vendita di piante e fiori è consentita

A seguito delle ulteriori verifiche del nuovo DPCM del 22 marzo 2020, viene consentita, come quella relativa a prodotti agricoli e alimentari, l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione, anche al dettaglio, e consegna di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti, ammendanti e di altri prodotti simili.

Soddisfazione, da parte della Ministra Teresa Bellanova, Confragricoltura, ANVE – Associaziona Nazionale Vivaisti Esportatori e delle diverse associazioni di rappresentanza del settore.

Soddisfazione anche di Antonio Maisto – Presidente di Assoverde – Associazione Italiana Costruttori del Verde, per la rilevanza che la continuità delle attività del settore florovivaistico ha in questo particolare periodo dell’anno, rinnovando la richiesta di attenzione da parte delle Istituzioni sulle attività di cui al codice ateco 81.30, la cui sospensione nel periodo primaverile sta già determinando importanti criticità.

Leggi l’Articolo

Modifiche al DPCM 22 marzo 2020: resta sospesa l'attività di manutenzione del verde

Con Decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 25 marzo 2020viene modificato l’elenco delle attività non sospese di cui all’allegato 1 del DPCM del 22 marzo 2020 che aveva disposto la sospensione delle attività produttive e commerciali non essenziali e strategiche.

Così come nel primo elenco, allegato al DPCM del 22 marzo, rimangono sospese le attività di cura e manutenzione del verde (codice 81.3.) su cui Assoverde aveva richiesto chiarimenti ai Ministri competenti, in ragione delle criticità che la sospensione prolungata dei lavori, in questo particolare periodo dell’anno, potrà produrre.
Leggi la Lettera di Assoverde ai Ministri

Analoga attenzione era stata posta, su tali attività, da Confagricoltura che, in data 23 marzo, aveva richiesto la possibilità di rivedere la scelta di sospensione, “considerando la necessità di procedere alle attività indifferibili di gestione di piante e altre colture e la coerenza rispetto ad altre attività comunque consentite come il florovivaismo”.
Leggi le dichiarazione di Confagricoltura

Vai all’Articolo

Scarica il Decreto del MISE del 25 marzo 2020 – Modifiche all’allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020

DL 25/03/2020: Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19

In ragione dell’evolversi della situazione epidemiologica relativa alla diffusione del virus COVID-19, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dell’incremento dei casi e dei decessi particolarmente in Italia, il Decreto Legge 25/03/2020, n. 19, riconsidera le misure volte a contenere e contrastare i rischi sanitari, su specifici ambiti territoriali e sull’intero territorio nazionale.

Considerata l’eccezionalità di tali misure, le stesse potranno avere una durata predeterminata, non superiore a trenta giorni, e tuttavia ovviamente reiterabili e modificabili fino al 31 luglio 2020, termine di durata dello stato di emergenza dell’epidemia da COVID – 19, già deliberato dal Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020.

Ordinanze regionali più restrittive possono essere emanate solo nelle more dell’adozione di ulteriori Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, con efficacia limitata fino a tale momento, in relazione a specifiche situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario che si siano verificate nel loro territorio o in una parte di esso.

Leggi l’Articolo

Scarica il Decreto Legge 25/03/2020, n. 19

Richiesta di chiarimenti su Codice Ateco 81.30: Lettera di Assoverde ai Ministri competenti

In relazione a quando disposto dal DPCM 22 marzo 2020, consapevoli della gravità della situazione e con grande senso di responsabilità verso il Paese e verso la sicurezza dei lavoratori, Assoverde ha chiesto ai Ministri competenti una chiarificazione in merito alle attività di cui al Codice Ateco 81.30 “Cura e Manutenzione del Verde”.

A fronte di condizioni oggettive, per le quali gli interventi di manutenzione del verde assumono carattere di pubblica sicurezza o dove la committenza, anche privata, richieda un intervento sistematico, ai fini oltre che di sicurezza, anche di emergenza igienica e sanitaria, in previsione delle inevitabili implicazioni che una prolungata sospensione dei lavori di manutenzione (anche della sola innaffiatura) determinerebbe sugli impianti arborei e sui siti specifici (es: parchi, ville, campi sportivi, verde stradale, ecc.), Assoverde si fa tramite delle numerose richieste di chiarimento e condizioni di incertezza provenienti dagli operatori e dalle stesse Amministrazioni, in ragione delle criticità che insorgerebbero a seguito della sospensione degli interventi manutentivi delle aree verdi.

Vai all’articolo

Leggi la Lettera di Assoverde ai Ministri

DPCM 22/03/2020: Sospensione delle attività non essenziali o strategiche

Continueranno a restare aperti i supermercati e i negozi di generi di prima necessità, senza restrizioni di giorni e orari; farmacie e parafarmacie; servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari; tutti i servizi essenziali come i trasporti; le attività accessorie e funzionali a quelle essenziali; le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale; al di fuori delle attività essenziali è consentito soltanto il lavoro in modalità smart working.

Nell’allegato 1 al DPCM del 22/03/2020 vengono elencati i Codici ATECO relativi alle attività non sospese.

Leggi l’Articolo

Scarica il DPCM 22/03/2020

21/03/2020: Le ordinanze regionali in Lombardia e Piemonte

Nel pomeriggio di ieri, elaborate in sinergia tra le due regioni, arrivano le ordinanze dei Governatori della Lombardia e del Piemonte. La prima, in vigore dal 22 marzo fino al 15 aprile, salvo variazioni dovute all’evoluzione dell’emergenza sanitaria; la seconda con decorrenza immediata, dal 21 marzo fino al 3 aprile.

Leggi l’Articolo

Scarica il provvedimento della Lombardia

Scarica il provvedimento del Piemonte

Attivato conto corrente della Protezione civile per le donazioni

Come previsto nell’ambito del decreto legge “Cura Italia”, il Dipartimento della Protezione Civile ha aperto un conto corrente bancario per donazioni da parte dei cittadini destinate all’emergenza epidemiologica. Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico sia dall’Italia sia dall’estero usando le seguenti coordinate bancarie: Banca Intesa Sanpaolo Spa Filiale di Via del Corso, 226 – Roma – Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.

IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387

BIC: BCITITMM

Fondo di garanzia, operative le misure del DL

Deliberata l’adozione delle misure necessarie per l’applicazione delle numerose disposizioni previste dall’art. 49 del Decreto-Legge del 2020 n. 18, recante “Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”).

Leggi l’articolo

Scarica la Circolare del Gestore Mediocredito Centrale n. 8/2020

Decreto Cura-Italia: Sintesi delle misure per imprese e lavoratori

Nel decreto Cura Italia, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020, sono stati stanziati 25 miliardi di euro di risorse, con un effetto leva complessivo di 350 miliardi di euro per rilanciare l’economia e sostenere il mondo del lavoro, a fronte dell’emergenza Covid-19.
Oggi pubblicata, sul sito del  del Ministero dello sviluppo economico, la sintesi delle misure previste per imprese e lavoratori.

Leggi l’articolo

MyPlant&Garden: Lettera alle Istituzioni a firma delle principali Associazioni

Con lettera del 19 marzo 2020, MyPlant&Garden, a firma congiunta delle principali Associazioni del comparto orto-florovivaistico, ha scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, al Ministro dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, al Sottosegretario di Stato, Giuseppe L’Abbate.

In oggetto: la richiesta di attenzione alla situazione di enorme difficoltà del comparto creatasi con il diffondersi in Italia della pandemia Covid-19.

Leggi l’articolo

Leggi la lettera sulla piattaforma di MyPlant&Garden

18/03/2020: Mipaaf, Bellanova: "Attenzione al florovivaismo alta"

L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova il settore florovivaistico: 24 mila aziende, con fatturato annuo di 2,5 miliardi, pari al 5% della produzione agricola nazionale. Si richiedono misure di sostegno urgenti e di più ampia portata a tutela dei produttori. 

Questo, il comunicato stampa con le rassicurazioni della Ministra Teresa Bellanova:

“Conosciamo le difficoltà del settore e  voglio assicurare tutti i florovivaisti e i floricultori italiani: la situazione che sta soffrendo il comparto è oggetto della massima attenzione e cura. Troveremo rapidamente misure compensative mirate. Nulla andrà perduto né in termini di sostegno immeditato né in termini di prospettiva per le aziende del settore. Quando parliamo di misure per l’agricoltura, parliamo anche di florovivaismo. Che rappresenta una quota significativa e strategica del nostro segmento agricolo, ed è ben presente tra le priorità, compatibilmente con una emergenza e una crisi senza precedenti”.

Decreto Legge 17 marzo 2020 - "Cura-Italia"

E’ stato pubblicato in GU, il Decreto denominato “Cura-Italia”, recante le nuove misure a sostegno di famiglie, lavoratori, imprese e sistema sanitario, per contrastare gli effetti sull’economia determinati dall’emergenza coronavirus. In campo circa 25 miliardi di euro e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi di euro.

Un secondo decreto arriverà ad aprile, con altri fondi che saranno reperiti grazie alla concertazione con l’Unione Europea. Approvato dal Consiglio dei Ministri, il Decreto “Cura-Italia” passa ora alla discussione alla Camera e al Senato.

Leggi l’articolo

Leggi le misure principali del DL

Scarica la Gazzetta Ufficiale

Documento Assoverde: Indicazioni operative per i datori di lavoro

A seguito dell’emanazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020 e alla successiva sottoscrizione del “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 marzo 2020, Assoverde ha elaborato il documento  “Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di Lavoro. INDICAZIONI OPERATIVE PER I DATORI DI LAVORO”.

Leggi l’articolo

Scarica il documento

Protocollo 14/03/2020 : Sicurezza negli ambienti di lavoro​

In data 14 marzo 2020, su invito del Presidente del Consiglio dei ministri, del Ministro dell’economia, del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro della salute, in attuazione delle misure nel DPCM 11 marzo 2020, è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Il Protocollo contiene linee guida condivise tra Governo e Parti sociali per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, assumendo come obiettivo prioritario quello di coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative, prevedendo, nell’ambito di tale obiettivo, anche la riduzione o la sospensione temporanea delle attività.

Leggi l’articolo

MinisteroSalute_LOCANDINA

DPCM 11 marzo 2020: l'Italia si ferma​

Per far fronte all’emergenza derivata dalla diffusione del virus Covid-19, a partire dalla fine di febbraio, il Governo Italiano ha emanato i successivi Decreti: DPCM 23 febbraio 2020; DPCM 25 febbraio 2020; DPCM 1 marzo 2020; DPCM 4 marzo 2020; DPCM 8 marzo 2020; DPCM 9 marzo 2020; DPCM 11 marzo 2020.

L’ultimo Decreto, dell’11 marzo 2020, introduce importanti restrizioni per tutta l’Italia, con la sospensione di una serie di attività, fino al 25 marzo. La sospensione, salvo ulteriori prescrizioni, riguarda: le attività commerciali, ad eccezione di quelle relative a prodotti alimentari e di prima necessità (di cui all’allegato 1 del DPCM); i servizi alla persona, fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti, ecc. (di cui all’allegato 2); le attività connesse alla ristorazione (bar, ristoranti, pub), ad eccezione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Leggi l’articolo

Copia di AA_DPCM_11_03_2020

Assoverde: Questionario Emergenza Coronavirus

Come purtroppo stiamo constatando di giorno, oltre l’emergenza sanitaria, il virus Covid-19 sta determinando una grave situazione economica in tutto il Paese

E’ il momento della Responsabilità, della Solidarietà, della Intelligenza individuale e collettiva.

Assoverde intende raccordare e mettere a sistema le eventuali iniziative che possano nascere a livello territoriale, oltre che sollecitare ed indirizzare le azioni che il Governo potrà mettere in atto.

Attraverso la compilazione di un Questionario, i Soci di Assoverde e tutti gli operatori del settore che vogliano contribuire, potranno rappresentare il disagio, le necessità e le eventuali proposte da sottoporre alle Istituzioni e agli Organi competenti. 

Leggi l’articolo

Scarica il Questionario

Proposta di Legge - C1824 - sul settore florovivaistico

Disposizioni per la disciplina, la promozione e la valorizzazione delle attività del settore florovivaistico

E’ in discussione la Proposta di legge per la valorizzazione del settore florovivaistico. Dopo i diversi interlocutori istituzionali e le rappresentanze di categoria, il 18 febbraio 2020, presso la Camera dei Deputati, Assoverde è stata chiamata a rappresentare la propria posizione.

Leggi l’articolo

Scarica il Position Paper di Assoverde

Guarda il video della Seduta

 

La nuova brochure di Assoverde

E’ disponibile la nuova brochure di Assoverde. Sono illustrati i caratteri innovativi dell’Associazione; i servizi, le attività e le opportunità per le Imprese e i Professionisti del settore del verde; i molteplici campi di intervento, rispetto alle funzioni – ecologiche e ambientali, igieniche e sanitarie, protettive e di consolidamento, sociali e ricreative, culturali e didattiche, estetiche e architettoniche – che il verde svolge e, soprattutto, la centralità e le potenzialità che il settore del verde riveste oggi, in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, dissesto idrogeologico, inquinamento ambientale, risparmio energetico, qualità e salubrità delle aree urbane.

Scarica la brochure

Assoverde cambia passo e si riveste

ASSOVERDE apre il 2020 con il restyling della sua identità visiva, che concorre a inaugurare il “cambio di passo” attualmente in corso. 
Rinnovando l’attenzione verso il marchio, il restyling ne accompagna il rilancio, insieme alle nuove progettualità.

Pur rimanendo in continuità con il vecchio, il pittogramma è stato attualizzato con un design più moderno: da un lato le linee oblique originarie sono state ridotte e semplificate, dall’altro lato si sono incurvate per assumere l’aspetto di una foglia. 
Il risultato finale è un pittogramma a “V”, sormontato da una sfera (la terra o l’uomo), che richiama due mani aperte nell’atto del prendersi cura.

Leggi l’articolo

 

Assoverde_cambia_passo_e_si_riveste

27/02/2020: Costruire in Verde - Evento Annullato

In considerazione della gravità della imprevedibile situazione attuale legata alla diffusione del COVID-19,  gli organizzatori della manifestazione Myplant & Garden hanno annullato tutti gli eventi previsti dal 26 al 28 febbraio presso la Fiera di Milano (Rho), posticipandone la data di svolgimento al mese di settembre 2020. Assoverde ha condiviso pienamente la soluzione adottata dagli organizzatori, annullando il Convegno “Costruire in Verde. Assoverde un cambio di passo per lo sviluppo sostenibile”, gli stand espositivi e le ulteriori iniziative promosse nell’ambito della Fiera.

Leggi l’articolo

 

Assoverde: un'associazione storica, oggi con un cambio di passo

Assoverde – Associazione italiana costruttori del verde opera in Italia, dal 1982, per promuovere la salvaguardia dell’ambiente, del paesaggio e del suolo e – con rinnovato impulso – in risposta ai grandi temi del cambiamento climatico, dissesto idrogeologico, inquinamento ambientale, risparmio energetico, qualità e salubrità delle aree urbane.

Dal 2019, ha trasferito la sede centrale a Roma, mantenendo un radicamento capillare a livello regionale e provinciale.

Aperta recentemente anche a strutture professionali e liberi professionisti, l’Associazione accoglie piccole, medie e grandi imprese che – ai diversi livelli della filiera – intervengono nei diversi comparti della progettazione, costruzione, cura e manutenzione del verde, tanto nel settore privato che negli appalti pubblici.

Vai alla pagina

Cooperazione

Favoriamo e moltiplichiamo le occasioni di incontro e confronto tra gli associati

Promozione

Attraverso il portale e sul web, con adeguate campagne di web marketing

Contenuti

Accesso gratuito alle Pubblicazioni Assoverde per i propri associati

Cerchi o vuoi diventare un associato?

I nostri associati godono di numerosi vantaggi, sia in termini di supporto che di opportunità di lavoro. Scopri perché dovresti associarti subito e consulta la lista delle aziende che fanno già parte di Assoverde.

News

I nostri partner

ANVE è l’ associazione nazionale dei vivaisti operante a livello nazionale e internazionale.
ANVE, per quanto consapevole dell’importanza strategica dell’esportazione, non si rivolge solo ai Vivaisti Esportatori, ma opera a tutela degli interessi di tutti i vivaisti italiani.
ANVE offre servizi di sostegno e di tutela ai vivaisti ed è un efficace strumento rappresentativo delle aziende vivaiste italiane per dialogare con le istituzioni nazionali ed estere. L’associazione è stata costituita su volere degli operatori del settore interessati ad avere accesso ad informazioni più specifiche e mirate sulla loro attività e a partecipare a tavoli di consultazione settoriali, tanto in Italia quanto in Europa, come anche oltre i confini dell’UE.
ANVE è membro ENA (European Nurserystock Association) l’Associazione Europea del Vivaismo e partecipa con i suoi delegati ai Gruppi di lavoro Fitosanitario e Promozione i quali dialogano e propongono le politiche strategiche di settore in sede europea.
ANVE è membro di AIPH (International Horticultural Producers Association) l’Associazione mondiale del Vivaismo la quale svolge attività che spaziano dalla promozione e marketing all’elaborazione di statistiche internazionali di piante e fiori, comprendendo l’appoggio all’innovazione, agli aspetti legati alle royalty e ai brevetti per le nuove varietà, alla formazione su tematiche ambientali e della salute delle piante.
ANVE, gode di rappresentanza presso la Commissione Europea, il Governo italiano, il Parlamento italiano ed europeo ed offre ai propri associati servizi convenzionati di assicurazione crediti, assicurazione contro le calamità naturali, consulenza legale, fiscale e contabile, consulenza per l’efficienza energetica delle aziende, agevolazioni per l’accesso al credito, sistemistica hardware e software, marketing e internazionalizzazione, traduzione e interpretariato, recupero crediti, progettazione europea, grafica e stamperia.

Rivista internazionale dedicata al progetto del paesaggio contemporaneo, fondata in Italia nel 2007, rappresentante ufficiale della Mostra Europea di Architettura del Paesaggio organizzata in Spagna.
PAYSAGE TOPSCAPE è una delle riviste piú prestigiose nel settore della progettazione del paesaggio e indaga molti nuovi campi della disciplina: dal paesaggio dei brand al verde tecnologico, dall’arredo urbano al paesaggio in luce, dallo slow-landscape al park-green. L’importante progetto editoriale prevede la pubblicazione di progetti attraverso immagini, planimetrie e render; ogni intervento e’ corredato da una dettagliata scheda tecnica, mentre i testi sono pubblicati in italiano e in inglese. La rivista in Italia e’ distribuita nelle librerie, edicole e nei principali bookshop, mentre all’estero e’ presente in oltre 20 Paesi.

www.paysage.it

AG.EC opera da oltre trent’anni nel settore della consulenza specialistica mirata alla progettazione, costruzione e manutenzione degli impianti sportivi in erba naturale. AG.EC si occupa in particolare di campi da golf, da calcio e sportivi in genere. In ciò si avvale del supporto interno di un laboratorio perfettamente attrezzato per l’esecuzione di analisi fisiche, chimiche e organiche per il tappeto erboso nonché, più in generale, per il comparto agrario e merceologico

www.agecservice.it

Attesta S.p.A è una S.O.A. (Società Organismo di Attestazione), opera con successo in tutta Italia secondo le disposizioni del D.P.R. 207/2010, al fine del rilascio dell’attestazione di qualificazione S.O.A., necessaria alle imprese per partecipare agli Appalti di Lavori Pubblici di importo superiore € 150.000,00.

Fra le prime S.O.A. autorizzate in Italia e operando con estrema professionalità, Attesta S.p.A. ha ottenuto risultati di assoluto prestigio, ponendosi immediatamente tra le prime S.O.A. per numero di attestazioni rilasciate.

La capacità di rispondere alle esigenze, anche le più complicate che la normativa richiede, l’affidabilità, e la serietà dimostrata dai risultati raggiunti nel tempo, hanno confermato Attesta S.p.A. un Organismo di Attestazione di riferimento in uno scenario che vede il numero delle S.O.A. in progressiva riduzione.

www.attesta.it

Florinfo nasce nel 1989 con una vocazione chiara fin dal nome prescelto: l’informatica per il florovivaismo. I software prodotti da Florinfo sono sviluppati al 100% all’interno dell’azienda con un’attenzione al dettaglio tipicamente Made in Italy. Specialisti di informatica, agronomi ed esperti di florovivaismo lavorano assieme alla definizione dei prodotti e dei servizi. Florinfo ha realizzato SEVIS l’unico software italiano per la progettazione del verde.
L’assistenza post-vendita è curata e attenta: i nostri clienti, dislocati in tutta Italia, sono seguiti costantemente per l’installazione, l’assistenza, la formazione, l’eventuale personalizzazione dei prodotti Florinfo.

Vi invitiamo a scoprire di più su Florinfo visitando il sito ufficiale www.florinfo.it.

Contatti

Contattaci ai seguenti recapiti:

Corso Vittorio Emanuele II°, 101 - 00186 Roma

+39 06 45675534 / +39 06 6852413 (Telefono)

+39 06 8559860 (Fax)